propuesta-2

Bene, la decisione è presa, chiederete alla vostra fidanzata di sposarvi.

Questo momento richiede un simbolo dell’impegno preso, un suggello alla vostra promessa d’amore.

Tradizionalmente la scelta ricade su un anello impreziosito da una pietra… quasi sempre un diamante. Niente vieta di scostarsi dalla tradizione ma se una tradizione è divenuta tale un motivo ci deve pur essere, ed è bene conoscerlo prima di decidere il da farsi.

La scelta del tipo di gioiello è quasi indiscutibile. Un anello indossato all’anulare sinistro è un simbolo chiaro per tutti. E’ ben visibile a chi lo indossa e agli altri, grazie alla sua collocazione; ed è una cosa pratica da portare con sé ogni giorno. Sì, perché la prerogativa di un pegno d’amore è, da sempre, proprio quella di poter avere con noi qualcosa che ci faccia sentire vicino l’altro, anche quando non lo è fisicamente!

E’ stato stimato che una donna, nel corso della vita, guarda il proprio anello mediamente più di 1.000.000 di volte.  …Lo sapevate?

 

La presenza della pietra è dovuta alla sua durabilità nel tempo. Risulta subito evidente il perché la scelta tradizionale ricada sul diamante, che tra le pietre è, senza dubbio, la più resistente e duratura, quindi quella che meglio si presta ad essere simbolo rappresentativo di una promessa eterna.

La parola diamante deriva del greco αδαμας (adamas) che significa indomabile, invincibile

 

Ricapitolando: assolutamente sì all’anello con pietra, sentendosi comunque liberi di assecondare i proprio gusti (e soprattutto quelli della compagna) nello scegliere pietre diverse.

Una pietra colorata è più personale e, in certi casi, potrebbe essere addirittura più apprezzata o potrebbe meglio rappresentare la vostra storia.

163015-848x566-mixed-gemstones

Una scelta diversa dal diamante può essere un’ottima soluzione anche per contenere i costi senza rinunciare ad un anello che sia sufficientemente “appariscente”. Se invece non volete abbandonare l’idea del classico diamante ma il vostro budget non è illimitato, potreste farvi consigliare da un buon gioielliere per acquistare una pietra, magari un po’ meno perfetta, dando maggiore priorità ai carati che non, ad esempio, alla presenza di inclusioni (molto spesso impercettibili per i non addetti ai lavori), e farla successivamente montare.

Nel caso scegliate il diamante dovrete comunque decidere tra i diversi tagli della pietra e le svariate montature. Dal classico solitario, al trilogy le cui tre pietre rappresentano l’amore passato, presente e futuro, fino alla veretta/riviera che può essere da 5 pietre, mezzo giro o giro completo.

diamond-shapes

Insomma, scegliere un anello non è cosa semplice per un fidanzato ma il consiglio finale è quello di seguire il vostro cuore e un po’ anche il vostro portafoglio senza farsi troppi problemi per ciò che dicono le convenzioni (sia sul tipo di montatura che sul budget minimo da spendere), pensate piuttosto alla felicità della vostra Lei e alla magia del momento.

…e…

Buona Fortuna!