Un compito da cui non potrete certo tirarvi indietro è quello della disposizione dei vostri ospiti a tavola. Almeno che non optiate per un buffet, dovrete per forza di cose essere voi, miei cari futuri sposi, a collocare tutti tenendo conto delle simpatie, e ancor più delle antipatie dei vostri invitati. Nessuno come voi è in grado di fare scelte più oculate (al massimo potrete ricorrere all’aiuto dei genitori per quanto riguarda gli equilibri di famiglia).

 

Vediamo i PRO e Contro delle disposizioni più in uso per i tavoli dei ricevimenti di nozze:

  • a tavoli rotondi. Darà la possibilità ai commensali di poter parlare agevolmente con tutti i presenti al loro tavolo (quindi evitate centrotavola estremamente ingombranti che toglierebbero visibilità e non superate mai le 10/12 persone)
  • la tavolata. Garantirà un forte effetto scenografico, ma avrete bisogno di molto spazio. Un inconveniente potrebbe essere  la vostra collocazione. Dovrete far parte anche voi del tavolo, per non creare un senso eccessivo di distacco, ma qualcuno si ritroverà inevitabilmente in posizioni dalle quali non gli sarà possibile neppure vedervi.

Nel primo caso, per agevolare i vostri invitati a trovare il loro posto, avrete bisogno di un tableau da posizionare all’ingresso della sala ma potrete decidere di non utilizzare i segnaposti, lasciando loro la libertà di scegliere a chi stare vicino (solo però se nell’organizzare ogni tavolo sarete riusciti a creare dei piccoli gruppi ben amalgamabili).

Nel caso invece di un unico grande tavolo imperiale dovrete assegnare ogni singolo posto in modo che venga rispettata la disposizione che avete a lungo studiato.

Consigli generali:

  • cercate di raggruppare le famiglie con bambini, in modo che anche i più piccoli non si annoino, (se gli invitati under 14 sono abbastanza potreste pensare ad un tavolo tutto per loro);
  • stessa cosa potreste fare per i single (chissà che il vostro matrimonio non porti fortuna a qualcuno…);
  • non consegnate mai troppo in anticipo il progetto di allestimento al catering (i ritardatari e le disdette dell’ultimo momento sono all’ordine del giorno in questi casi);
  • non fate mai sapere ai vostri invitati che avete già assegnato loro i posti o potreste essere sommersi da domande e richieste che diventerebbero difficili da gestire;
  • pensate anche alla vostra comodità (soprattutto della sposa) nel muoversi tra i tavoli per salutare amici e parenti;
  • aiutatevi con disegni e post-it o optate per qualcosa di più moderno e tecnologico come i gestori tavoli che si trovano in rete.

Ecco qualche spunto per voi…

68fd2a49f45d783ce8232fb1d11eeed5 ec67c8b4efa593d44422666caac3364b 9c4bf7378b4af86b8252fdc2f3c741c5 7d638955b8cc7f990becb9ba59d938d2 fc49b86eff359ac33dc44868e4b48440 36cb1255e42bc626d89bb71dc1d0e2a3 18d55560157f5703adef90dab5ed6ccf

A questo punto…Buona pianificazione!